Recensioni:

lunedì 24 luglio 2017

The fate of the Tearling ✎ Erika Johansen

Ciao, lettori! Oggi sono qui per recensirvi l'ultimo romanzo di una trilogia che ho amato, quella di The queen of the Tearling di Erika Johansen. Per chi non fosse familiare con la saga, si tratta di una storia di stampo distopico che vede come protagonista Kelsea Glynn, una giovane ragazza che dovrà risollevare le sorti del suo regno, quello del Tearling, lentamente caduto in rovina a causa dei governi a lei precedenti. Comunque, andiamo a parlare nello specifico di questo capitolo conclusivo. Non ci saranno spoiler.


The fate of the Tearling (The queen of the Tearling #3)
Erika Johansen
Multiplayer edizioni
Distopico

In meno di un anno Kelsea Glynn, dall’adolescente impacciata che era, è diventata una sovrana sicura di sé. Mentre maturava nel suo ruolo di regina del Tearling, questa leader testarda e lungimirante ha trasformato il regno intero. Nel suo tentativo di eliminare la corruzione e riportare la giustizia, si è fatta numerosi nemici tra i quali la terribile regina rossa, la sua rivale più feroce, che ha rivolto l’esercito contro il Tearling.
Per proteggere la sua gente da un’invasione devastante, Kelsea ha fatto l’impensabile: si è consegnata, con i suoi zaffiri magici, al nemico, facendosi sostituire sul trono da Mazza Chiodata, il fidato comandante della sua guardia personale, cui ha affidato il ruolo di reggente. Ma questi non ha intenzione di chiudere occhio finché, con l’aiuto dei suoi uomini, non sarà riuscito a salvare la regina, prigioniera nel Mortmesne.
Qui inizia l’emozionante capitolo finale, nel quale il destino della regina Kelsea e dell’intero Tearling saranno finalmente rivelati.




Innanzitutto, anche stavolta la Multiplayer ha creato un'edizione epica. Le immagini sono spettacolari, le pagine invecchiate e con le miniature a inizio capitolo sono una cosa meravigliosa.
Parlando del romanzo in sé, la prima metà mi è piaciuta molto. Avevo adorato il secondo libro, quindi avevo aspettative altissime che, appunto, le prime pagine hanno totalmente soddisfatto. Ci sono state azione, avventura, rivelazioni, tanto da tenerti irrimediabilmente attaccato alle pagine.
Veniamo a conoscere meglio la Regina Rossa. Il suo personaggio viene analizzato molto meglio e scopriamo ancora più cose riguardo al suo passato. Questo approfondimento era già stato iniziato nel secondo libro, e mi è piaciuto molto. Tuttavia, qui Kelsea ha un certo atteggiamento che non ho del tutto condiviso: arriva quasi a giustificare ciò che ha fatto la Regina ma, secondo me, comunque, un conto è capire perché una persona si comporta in un certo modo, un altro è giustificare. E, anche se capisco quello che ha passato, nonostante tutto io non mi sono sentita di condividere le riflessioni di Kelsea.
Comunque sia, questa prima parte mi è piaciuta davvero. Poi, però, è iniziato il declino.

da http://queenofthetearlingtrilogy.tumblr.com/page/2

Innanzitutto, la rivelazione sul padre di Kelsea mi ha lasciata abbastanza delusa, perché pensavo che una cosa tenuta nascosta per tre libri meritasse più approfondimento; invece, sinceramente, quando è stato detto il nome la prima reazione che ho avuto è stata: "Chi?!"
E arriviamo al finale. Il finale. Mentre lo leggevo mi rendevo conto che mancavano poche pagine, e continuavo a dirmi "No, okay, adesso si scopre qualcosa che fa cambiare tutto e fa finire in modo decente la trilogia". E invece no.
Io non mi aspettavo che finisse con rose, fiori e glitter, ma almeno che finisse. E invece è stato un finale così aperto che io ho seriamente pensato di aver saltato qualche capitolo. Non tutti i quesiti vengono risolti, non abbiamo una risposta ad alcune domande che abbiamo dall'inizio della trilogia, e la scelta finale di Kelsea mi ha lasciata a dir poco allibita.

da queenofthetearlingtrilogy.tumblr.com

Kelsea è un personaggio che io ho sempre amato ed è una delle ragioni per cui ho adorato questa saga, ma l'ho trovata cambiata in negativo; nel primo libro mi sembrava più matura di quanto non fosse nel terzo, e questa cosa mi è dispiaciuta molto.
Mi è sembrata snaturata proprio nelle ultime pagine, in cui sembra quasi rinunciare alle proprie responsabilità, cosa che lei non farebbe mai. Mi è sembrato un finale pigro, come se l'autrice non sapesse bene come risolvere i numerosi quesiti e avesse quindi deciso di concludere così.
Io, comunque, vi consiglio questa saga, perché resta una delle migliori trilogie distopiche che abbia mai letto, e perché comunque la prima metà, ripeto, era davvero bellissima. Tuttavia, avrebbe potuto finire meglio.
Il mio giudizio: 
✯✯✯½

E a voi è piaciuto questo finale? L'avete già letto? Ditemelo nei commenti, sono curiosa di sapere se sono l'unica ad avere avuto questa opinione.
A presto!

Nessun commento:

Potrebbe interessarti anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...