Recensioni:

martedì 10 ottobre 2017

Miss Peregrine - La casa dei ragazzi speciali ✎ Ransom Riggs

Ciao lettori! Ma quanto sono brava? Già la seconda recensione di fila! Continua così la carrellata di post a tema Halloween, che ci accompagnerà fino al 31 ottobre. Voglio farvi conoscere la mia opinione su più libri possibile, quindi eccoci qui. Non ci saranno spoiler.


Miss Peregrine - La casa dei ragazzi speciali (Miss Peregrine's home for peculiar children #1)
Ransom Riggs
Rizzoli

Quali mostri popolano gli incubi del nonno di Jacob, unico sopravvissuto allo sterminio della sua famiglia di ebrei polacchi? Sono la trasfigurazione della ferocia nazista? Oppure sono qualcosa d'altro, e di tuttora presente, in grado di colpire ancora? Quando la tragedia si abbatte sulla sua famiglia, Jacob decide di attraversare l'oceano per scoprire il segreto racchiuso tra le mura della casa in cui, decenni prima, avevano trovato rifugio il nonno Abraham e altri piccoli orfani scampati all'orrore della Seconda guerra mondiale. Soltanto in quelle stanze abbandonate e in rovina, rovistando nei bauli pieni di polvere e dei detriti di vite lontane, Jacob potrà stabilire se i ricordi del nonno, traboccanti di avventure, di magia e di mistero, erano solo invenzioni buone a turbare i suoi sogni notturni. O se, invece, contenevano almeno un granello di verità, come sembra testimoniare la strana collezione di fotografie d'epoca che Abraham custodiva gelosamente. Possibile che i bambini e i ragazzi ritratti in quelle fotografie ingiallite, bizzarre e non di rado inquietanti, fossero davvero, come il nonno sosteneva, speciali, dotati di poteri straordinari, forse pericolosi? Possibile che quei bambini siano ancora vivi, e che - protetti, ma ancora per poco, dalla curiosità del mondo e dallo scorrere del tempo - si preparino a fronteggiare una minaccia oscura e molto più grande di loro? 
Stavo per dire addio alla letteratura YA - siccome ultimamente molti dei romanzi di questo genere mi deludono terribilmente - quando ho deciso di leggere questo romanzo. E ho capito che di YA ben scritti ce ne sono, anche se purtroppo sono rari.
Miss Peregrine - La casa dei ragazzi speciali è raccontato con uno stile molto leggero ed accattivante, che ti impone di divorare le pagine una dopo l'altra, e la trama intrigante e ricca di colpi di scena ti cattura e ti lascia senza fiato.
La narrazione è inframezzata da fotografie d'epoca (come quelle in copertina) che rendono tutto più inquietante e, allo stesso tempo, fanno dimenticare al lettore, per un istante, di star leggendo un libro fantasy.
Un difetto che ho trovato in questo libro è che avrei voluto che alcuni personaggi (come la stessa Miss Peregrine) fossero approfonditi un po' di più, ma spero di trovare ciò che cerco nei prossimi libri. Allo stesso tempo, mi sono piaciute le relazioni che legano tra di loro i vari personaggi: l'ammirazione e il rispetto dei ragazzi verso Miss Peregrine e la protezione che lei ha verso di loro; il rapporto tra Jacob e i suoi genitori, per niente perfetto ed ideale, ma che rispecchia quelle che potrebbero essere delle famiglie reali. Il rapporto tra Jacob e nonno Abraham, un rapporto che mi ha stretto il cuore.
E così arriviamo a loro: Jacob ed Emma. La loro relazione è stata varie volte oggetto di critica perché, devo ammetterlo, è un po' strana ed inusuale, ma io l'ho amata proprio per questo. Sono stanca delle solite relazioni, e questa mi sembra molto particolare ed originale, e non ci trovo nulla di sbagliato.
Volevo parlarvi anche  di alcune idee geniali presenti in questo libro: davvero, Ransom Riggs, come hai fatto ad inventartele? Adoro quando un libro mi costringe a fermarmi per cercare di immaginare una certa cosa, e questo romanzo ci è riuscito varie volte.
Infine, vogliamo parlare degli ultimi capitoli? Un colpo di scena dietro l'altro. Io ero tipo:


Il mio giudizio:
⭐⭐⭐⭐½


La recensione finisce qui. Avete mai letto questo libro? Se sì, vi è piaciuto? Avete completato la trilogia? Fatemelo sapere nei commenti!
A presto!

2 commenti:

Francesco rossi ha detto...

Questo libro mi ha sempre ispirato moltissimo, ma non ho ancora avuto l'occasione di leggerlo. Spero di farlo al più presto ;)

Yashila ha detto...

Ciao, spero tanto che ti piaccia quanto è piaciuto a me:)

Potrebbe interessarti anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...