Recensioni:

mercoledì 6 dicembre 2017

Natale a Parigi ✎ Mandy Baggot

Ciao a tutti, lettori! Oggi vi porto la recensione di un libro che mi è piaciuto da morire, e questa è una cosa davvero strana, visto che non impazzisco per i romance. Ma questo ha esattamente quello che cerco in un romance natalizio, e mi ha fatta sognare ad ogni singola pagina. Avete presente quel momento, no? Il momento in cui amate così tanto un libro da restare senza fiato, da voler urlare e piangere e ridere e stringerlo forte al cuore e non lasciarlo mai più. Il momento in cui vorreste che le vostre giornate durassero il doppio solo per poterlo leggere e rileggere. Ecco, è quello che ho provato con questo romanzo. Come sempre, non ci saranno spoiler.


Natale a Parigi
Mandy Baggot
Contemporary romance


Ava e la sua migliore amica Debs sono appena arrivate a Parigi. È tutto perfetto e la neve che comincia a cadere è uno spettacolo meraviglioso. La Tour Eiffel brilla di una luce magica, ma tutto quello a cui Ava riesce a pensare è Leo, il suo ex, che l’ha tradita, spezzandole il cuore. Debs, determinata a restituire il sorriso all’amica, la trascina a fare shopping tra i mercatini di Natale, a passeggiare sul Lungosenna, a mangiare pain au chocolat. Piano piano, Ava comincia davvero a convincersi che non può sprecare la vita pensando agli uomini, fin quando la sua strada incrocia quella di Julien, un misterioso e affascinante fotografo, con un irresistibile accento francese e occhi così profondi che sembrano leggere dentro di lei. Ava non può ignorare le reazioni che si scatenano tra loro, ma non riesce a fidarsi e a lasciarsi andare. Tutto si complica quando per Ava arriva il momento di rientrare in Inghilterra… 



I protagonisti di questa storia sono due: Ava e Julien. La prima è una ragazza inglese che tenta di sfuggire a sua madre, che la vuole trasformare in una modella, costringere ad una vita fatta di rinunce, diete ferree e riflettori - tutte cose che ad Ava non interessano minimamente. E poi abbiamo il dolce, meraviglioso Julien, del quale mi sono perdutamente innamorata: appassionato di fotografia, ancora tormentato dal ricordo di un terribile avvenimento che gli ha strappato qualcosa a cui teneva moltissimo e che gli ha lasciato dei demoni dei quali non riesce a liberarsi.
I due si incontrano, e nasce una storia così dolce, così romantica che non potrete fare a meno di sospirare.


Che poi, avete presente quel momento in cui sembra che un libro capiti al momento giusto? Ecco, è quello che è accaduto con questo qui. Non è qualcosa che accomuna tutte le persone del mondo, ovviamente, ma mi ha parlato direttamente al cuore. E' un libro che parla di indipendenza, una storia che sprona a fare ciò che noi vogliamo fare, non quello che gli altri ci impongono (soprattutto i nostri genitori); una storia che parla di un amore che va oltre quello romantico, un amore parentale, fraterno, l'amicizia in sé.
Un altro punto assolutamente a favore è l'ambientazione. Ormai sapete con quanto ardore io desideri andare a Parigi, e i luoghi che visitavano Ava e Julien mi catapultavano direttamente là con gli occhi della mente: ed improvvisamente stavo appendendo lucchetti dell'amore in cima alla Tour Eiffel, o stavo ammirando la Monna Lisa al Louvre, o facendo una crociera sulla Senna.
Consiglio questo libro a chi ama il Natale, a chi ama Parigi, e anche a chi aveva amato Anna and the french kiss (Il primo bacio a Parigi).

Il mio giudizio: 
⭐⭐⭐⭐⭐

Anzi, se avete qualche altro libro di questa autrice da consigliarmi, fatemelo sapere nei commenti. A presto!


Nessun commento:

Potrebbe interessarti anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...