Recensioni:

lunedì 18 dicembre 2017

Top 5 libri natalizi

Ciao lettori! Era davvero da un sacco di tempo che non facevo un top 5, anche se è probabilmente il mio genere di post preferito. Ovviamente, quale top 5 potevo fare se non uno a tema natalizio? Nessuno, suvvia.
Questi libri sono, secondo me, quelli più adatti per entrare nello spirito natalizio, anche se appartengono a generi diversi. Fatemi sapere se ne conoscete altri, la mia wishlist infinita ha sempre posto.



1. CANTO DI NATALE di Charles Dickens


139 pagine
Classico

A Ebenezer Scrooge non importa che nessuno abbia il coraggio di avvicinarlo per chiedergli l'ora o un'indicazione: è orgoglioso del suo innegabile talento nel tenere lontani ogni umano interesse o simpatia. Avarissimo, aspro nell'aspetto e nell'animo, Scrooge è un fiero odiatore del Natale: un giorno inutile, in cui ci si ritrova "più vecchi di un anno e non più ricchi di un'ora". Per lui, tutti quelli che lo festeggiano dovrebbero finire sotterrati con una spina di agrifoglio nel cuore! Ma saranno proprio gli Spiriti del Natale, di quello passato, di quello presente e di quello futuro, a visitarlo in una buia notte solitaria e a fargli cambiare idea, facendogli ritrovare l'umanità perduta.
Dickens fa vibrare tutte le corde della sua scrittura nel breve spazio di quello che è insieme racconto gotico, denuncia sociale, satira amara, ma soprattutto fiaba a lieto fine.

Sono sicuro di aver sempre pensato al Natale, quando si avvicina, come a un giorno felice, un giorno di allegria, di bontà, di gentilezza, di indulgenza, di carità, l'unico momento nel lungo corso dell'anno nel quale uomini e donne sembrano disposti ad aprire liberamente il proprio cuore, disposti a pensare ai loro inferiori non come creature d'altra specie destinate a un altro cammino, ma come compagni di viaggio, nel medesimo viaggio verso la morte. E perciò, zio, benché non abbia mai portato una briciola di oro o di argento nelle mie tasche, credo che Natale mi abbia sempre fatto del bene, e sempre me ne farà; dunque dico: sia benedetto!
Questo non è un libro natalizio, è il libro natalizio, un must che tutti dovrebbero leggere.

2. TUTTA COLPA DI NEW YORK di Cassandra Rocca


276 pagine
Contemporary romance

are un regalo non è sempre facile. Lo sa bene la giovane Clover O’Brian, che in qualità di personal shopper aiuta i suoi clienti nell’ardua impresa di scovare doni speciali. Natale è alle porte, New York è in fermento e Clover, da sempre innamorata dell’atmosfera natalizia, si gode il periodo dell’anno che preferisce. Cade Harrison è un uomo molto fortunato. È un attore di Hollywood bello, ricco, famoso e amato. Anche il successo, però, ha i suoi lati negativi: appena uscito da una relazione disastrosa con una collega, Cade sente il bisogno di rifugiarsi in un luogo poco frequentato dalle star, lontano da occhi indiscreti e soprattutto dai paparazzi! E allora accetta volentieri di trascorrere le feste a New York, nella casa che gli presta un amico. Ma il caso vuole che la villetta in questione si trovi proprio di fronte a quella dove vive Clover che, fino a quel momento, gli attori hollywoodiani li ha visti solo sul grande schermo.
E così due vite, apparentemente inconciliabili, inciamperanno l’una nell’altra nel periodo più romantico dell’anno. Basterà la magia del Natale a far scoccare la scintilla? 

L'amore doveva essere proprio come il Natale: allegro, magico, pieno di luce, piccoli gesti e grandi sorprese.
Con questo cambiamo completamente genere, ma si tratta comunque di una storia che mi ha fatta innamorare perdutamente. Letto in una sola seduta, durante il viaggio di andata di un Capodanno passato a Roma, è una storia che vi farà completamente immergere nelle atmosfere del Natale.

3. CINQUE CUCCIOLI SOTTO L'ALBERO di W. Bruce Cameron


240 pagine
Narrativa

Josh vive sulle montagne del gelido Colorado, in una casa troppo grande per il suo cuore a pezzi: Amanda, il vero amore della sua vita, se n’è andata, e la prospettiva di un Natale da solo non è allettante. Ma basta qualche piccolo scherzo del destino a mettere tutto sottosopra in un batter d'occhio. Cosa succede infatti se il vicino di casa in partenza per l'Europa gli molla Lucy, una cagnona irresistibile dagli occhi languidi? E se nel retro del suo pick-up trova uno scatolone da cui spuntano cinque cagnolini infreddoliti?
Alle prese con tutti questi cani senza mai averne avuto uno, Josh non ha più tempo per disperarsi: ora la casa si è trasformata in un allegro campo giochi. Lucy è diventata l'adorabile mamma adottiva dei cuccioli e Josh l'umano capo branco che, con l'aiuto della bella Kerri che lavora nel canile vicino, si prende cura di loro in attesa che qualcuno li adotti per Natale. 
Ma l'affetto per i nuovi amici a quattro zampe cresce ogni giorno di più, insieme al legame con Kerri. Finché, all'improvviso, Amanda torna a bussare alla sua porta...
Cinque cuccioli sotto l'albero è un'incantevole favola natalizia sull'amore, sull'amicizia e sulla fedeltà.

Per alcuni minuti la guardò allattare la cucciolata ancora cieca, e per lui fu come sentire la forza di quel legame tra madre e piccoli, lo scorrere del latte, dell'amore, della vita. Come mai nessuno gli aveva mai detto tutto questo, di com'era avere un cane? Che si trattava di qualcosa che rendeva ogni momento più importante, che in qualche modo riusciva a tirare fuori il meglio dalle giornate?
Una storia dolcissima che vi farà commuovere. Per tutti gli amanti degli animali - e non solo.

4. NATALE A PARIGI di Mandy Baggot


416 pagine
Contemporary romance

 Ava e la sua migliore amica Debs sono appena arrivate a Parigi. È tutto perfetto e la neve che comincia a cadere è uno spettacolo meraviglioso. La Tour Eiffel brilla di una luce magica, ma tutto quello a cui Ava riesce a pensare è Leo, il suo ex, che l’ha tradita, spezzandole il cuore. Debs, determinata a restituire il sorriso all’amica, la trascina a fare shopping tra i mercatini di Natale, a passeggiare sul Lungosenna, a mangiare pain au chocolat. Piano piano, Ava comincia davvero a convincersi che non può sprecare la vita pensando agli uomini, fin quando la sua strada incrocia quella di Julien, un misterioso e affascinante fotografo, con un irresistibile accento francese e occhi così profondi che sembrano leggere dentro di lei. Ava non può ignorare le reazioni che si scatenano tra loro, ma non riesce a fidarsi e a lasciarsi andare. Tutto si complica quando per Ava arriva il momento di rientrare in Inghilterra…

"Non so se vuoi, ma io voglio provarci, e non ho niente... ", disse, "non ho niente altro che il passaporto, un biglietto per quest treno e la macchina fotografica. Non ho avuto il tempo per prendere altro." Riprese fiato. "Quello che voglio dire è... Posso passare il Natale insieme a te?"
Ormai non vi ripeto più quanto ho amato questo libro. Se volete saperne di più, qui trovate la recensione.

5. PICCOLE DONNE di Louisa May Alcott


140 pagine
Classico

Crescere non è facile per le sorelle March: il padre è stato richiamato alle armi nel corso della guerra di secessione americana, e da allora la famiglia è stata affidata alle cure della madre. Meg è la sorella maggiore, assennata e gentile, Jo è quella più ribelle e anticonformista, Beth è timida e riservata e infine c'è Amy, la piccola di casa. Le quattro adolescenti si dimostrano molto unite nel l'affrontare le difficoltà quotidiane, l'assenza del padre e le ristrettezze economiche. Tra piccoli e grandi eventi, e circondate dall'affetto della fedele domestica Hannah e dall'amicizia del benestante vicino di casa Laurie, ognuna di loro seguirà le proprie ambizioni, e da piccole donne si trasformeranno in donne autentiche, capaci di affrontare le avversità della vita.

"Natale non sarà Natale senza regali", borbottò Jo, stesa sul tappeto.
"Che cosa tremenda esser poveri!", sospirò Meg, lanciando un'occhiata al suo vecchio vestito.
"Non è giusto, secondo me, che certe ragazze abbiano un sacco di belle cose e altre nulla", aggiunse la piccola Amy, tirando su col naso con aria offesa.
"Abbiamo papà e mamma, e abbiamo noi stesse", disse Beth, col tono di chi s'accontenta, dal suo cantuccio.
I quattro giovani visi, illuminati dalla vampa del caminetto, s'accesero alle consolanti parole, ma tornarono a oscurarsi quando Jo aggiunse tristemente: "Papà non l'abbiamo e non l'avremo per un bel pezzo". Non disse "forse mai più", ma ognuna, in cuor suo, lo pensò, andando con la mente al padre lontano sui campi di battaglia.
Questo è il libro che racchiude la mia infanzia, assieme ai romanzi del Battello a Vapore, a Pinocchio e a Geronimo Stilton. Piccole Donne non è esattamente un libro natalizio, ma penso che sia una di quelle storie in grado di infondere lo spirito natalizio nel cuore di chiunque, uno spirito natalizio fatto di gioia, di bontà e di amore.


E voi, quali libri mi consigliate per questo Natale? 

2 commenti:

Silvia Bragalini ha detto...

Il primo e l'ultimo sono più che libri...sono pezzi di vita! Gli altri tre sembrano carini!

Yashila ha detto...

Sono completamente d'accordo *.*

Potrebbe interessarti anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...